BENVENUTI AL SUD con Naturaliter

Trekking sul Cilento


TREKKING NEL CILENTO

"BENVENUTI AL SUD"

con Naturaliter

(Provincia di Salerno)

 

da Sabato 7 Maggio a

Sabato 14 Maggio 2022

 

Viaggio in treno - Costo viaggio non incluso

Quota individuale di partecipazione: € 720,00.

 

 

Trekking nel Parco Nazionale

del Cilento e Vallo Diano

 

"Benvenuti al Sud"

“Quando un forestiero viene al sud piange due volte: 

quando arriva e quando parte (tratto dal film Benvenuti al Sud)”.

 

 

 Un parco nella lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO

 

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, secondo parco in Italia per dimensioni, si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell'Appennino campano - lucano, comprendendo le cime degli Alburni, del Cervati e del Gelbison, nonché i contrafforti costieri del M. Bulgheria e del M. Stella.

 

L’istituzione dell’Ente Parco risale al 1991 e si estende su una superficie di 178.172 ettari. Per i  valori ambientali e culturali che ancora oggi conserva è stato inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il Parco del Cilento e del Vallo di Diano è infatti un’opera combinata della Natura e dell'Uomo, essendo il risultato di eventi storici, sociali, economici, artistici e spirituali, e raggiungendo la sua "forma" attuale in associazione e risposta al suo ambiente naturale.

È, oggi, un paesaggio vivente che, pur mantenendo un ruolo attivo nella società contemporanea, conserva i caratteri tradizionali che lo hanno generato nell'organizzazione del territorio, nella trama dei percorsi, nella struttura delle coltivazioni e nel sistema degli insediamenti.

 

Tra le maggiori emergenze naturali del Parco del Cilento, il Monte Cervati con i suoi 1.898 metri, il più alto della Campania.

Per questo "primato", geografico, e naturalmente a maggior ragione per i suoi aspetti naturalistici, paesaggistici e forestali, il Cervati, insieme con la zona del Monte Sacro o Gelbison che domina Vallo della Lucania, esteso a comprendere anche la stupenda, prossima regione degli Alburni, del Monte Stella e del Bulgheria, rappresenta un sistema morfologico davvero unico. 

 

La fascia costiera, caratterizzata da due Parchi Marini, quello degli Ifnreschi e di Santa Maria di Castellabate, ha un aspetto tipicamente mediterraneo, con un succedersi di insenature, piccole spiagge sabbiose, pareti precipiti e promontori dominati da antiche torri di guardia a difesa dei nuclei urbani interni.

 

Di particolare interesse naturalistico e scientifico è l'avifauna. E' accertata la presenza dell'aquila reale, della rarissima coturnice e del raro gracchio corallino, specie caratteristica dell'alta montagna e in diminuzione ovunque. Sono presenti e nidificanti il picchio verde, il picchio rosso maggiore e il rarissimo picchio nero. Interessante e la presenza dello sparviere, rapace tipico degli ecosistemi forestali. Tra i mammiferi sono presenti il cinghiale, la martora, il tasso, la volpe e il raro lupo che rappresentano solo il più visibile effetto di un nuovo e ricco equilibrio ecologico.

 

Altrettanto importante dal punto di vista fitogeografico è il patrimonio floristico vegetazionale del parco. Le circa tremila specie botaniche presenti si associano in un mosaico di paesaggi vegetali che vanno dalla ricchissima e variegata macchia mediterranea alle pinete costiere di Pino d’ Aleppo; dalle leccete ai boschi misti di latifoglie dell'area collinare e pedemontana. Ed ancora più in alto estesi e vetusti boschi di faggio a volte misti a relitti di Abete bianco e Betulla, che trapassano nei tipici pascoli montani appenninici. Le entità più significative sono la Primula palinuri e la Genista cilentina, endemismi puntiformi del Parco. Ad esse si accompagnano numerose e rare entità che caratterizzano i vari habitat presenti in tutto il territorio.

 

Dal punto di vista dei Beni Culturali il Parco apporta una testimonianza eccezionale sulle tradizioni culturali e la civiltà delle antiche genti mediterranee, attraverso il sistema dei percorsi, degli insediamenti, dei santuari ancora esistenti e delle vestigia archeologiche intatte. 

E’ un esempio eminente della civiltà urbana fin dalle sue prime manifestazioni conserva intatte le strutture e le architetture illustranti il periodo della prima colonizzazione greca in Italia, con la particolarità di esaltare l'incontro della Magna Grecia con le Culture Appenniniche e Mediterranee. 

 

Esso costituisce inoltre un esempio eccezionalmente rappresentativo della cultura medioevale nel sistema degli insediamenti umani e dei modi di utilizzazione dello spazio, cultura stratificatasi su sistemi di percorsi e organizzazione territoriale risalenti alla più alta antichità e alla preistoria, e conservatasi fino ai nostri giorni preservando contemporaneamente i segni straordinari delle originarie e millenarie matrici culturali.

 

 

Programma:

 

1° giorno: Benvenuti al Sud

Arrivo alla stazione FS di Agropoli. Incontro con la guida e transfert di persone e bagagli a Santa Maria di Castellabate per sistemazione in albergo a conduzione famigliare situato a pochi metri dal mare. Cena e pernottamento.

 

2° giorno: Monte Licosa, Punta Licosa e Castellabate

Prima colazione. Escursione, con partenza dall’hotel, tra villaggi di pescatori, fattorie e pinete di Pino d’Aleppo: Santa Maria di Castellabate / San Marco di Castellabate/ Monte Licosa (326 m s.l.m.) Punta Licosa (s.l.m) / Santa Maria di Castellabate. Possibilità di bagno nel mar Tirreno e consumazione del pranzo al sacco in spiaggia. Successivamente rientro in albergo con sosta a Castellabate, uno dei Borghi più belli d’Italia, per visita del caratteristico centro storico in cui sono state girate le riprese del film “Benvenuti al Sud”. Cena e pernottamento.

Tempi escursione: circa 5 ore. 

Dislivelli: circa 370 mt in salita e in discesa

 

3° giorno: Monte Stella e San Mauro Cilento

Prima colazione. Transfert di 30’ da Santa Maria di Castellabate a San Mauro Cilento. 

Escursione: San Mauro (mt 560) / vetta del Monte Stella (mt 1120). Bella escursione tra la flora tipica del Parco e panorami mozzafiato che spaziano dalla costiera Amalfitana e dalle catene montuose del parco fino alle Isole Eolie. Sul percorso del ritorno visita ai ruderi del castello longobardo. Al rientro a San Mauro visita al frantoio della Cooperativa Nuovo Cilento che è il primo produttore in Italia dell’Olio di oliva biologico. Successivamente transfert in albergo per cena e pernottamento.

Tempi escursione: circa 6 ore pause comprese. 

Dislivelli: 600 mt in salita ed altrettanti in discesa.

 

4° giorno: Paestum, le Grotte dell’Angelo di Pertosa e la Certosa di Padula

Prima colazione. Transfert di circa 30’ a Paestum per visita agli scavi archeologici, ove, tra l’altro, si trovano tre Templi tra i più belli ed integri della Magna Grecia. A seguire 

proseguimento (60’) per Pertosa. Visita alle caratteristiche ed uniche Grotte dell’Angelo con un tragitto che si snoda per circa 3000 metri sotto il massiccio degli Alburni. Il tratto iniziale delle Grotte è invaso dalle acque del fiume Negro, un fiume proveniente dalle più recondite profondità che offre un affascinante ed inconsueto viaggio in barca fino a raggiungere un piccolo approdo dal quale ci si inoltra nelle viscere della terra immersi in un silenzio magico. 

Successivamente trasferimento a Padula per visita esterna della Certosa di San Lorenzo, la più grande e tra le più famose Certose in Italia. Dopo la visita transfer di circa 60’ a Marina di Camerota per sistemazione in villini presso Camping situato vicino al mare (i villini sono composti da 1 o 2 camere da 2 o 3 posti, letti muniti di lenzuola e coperte, asciugamani, w.c. con lavabo, water, bidet, box doccia e phon, spazio antistante coperto, aria condizionata e televisore con ricezione Tivù-Sat). Cena e pernottamento.

Tempi escursione: giornata turistica

 

5° giorno: Monte Bulgheria

Prima colazione. Transfert di circa 45’ a San Giovanni a Piro per escursione sul Monte Bulgheria (1224 mt). Questa bellissima montagna alpina domina la costa del golfo di Policastro. E’ stato territorio organizzato e gestito dal monachesimo basiliano e dai Principi di San Severino. Oltre ai panorami mozzafiato si passerà da un bel bosco di leccio. Sulla vetta i campi di lavanda, timo, elicriso e boschetti di ontani napoletani danno spettacolo!! Rientro a Marina di Camerota per cena e pernottamento.

Tempi escursione: circa 7 ore pause comprese. 

Dislivelli: 690 mt in salita e circa 685 mt in discesa.

 

6° giorno: Il promontorio di Capo Palinuro

Prima colazione. Breve transfer da Marina di Camerota a Palinuro per escursione a piedi nel promontorio di Capo Palinuro, il più famoso e bello del Parco. Oltre a scenari di notevole bellezza si potranno ammirare grotte preistoriche, baie, falesie con tantissimi uccelli e una interessante cava di macine. Possibilità di bagno al mare in uno dei luoghi più belli della costa del Parco e rientro a Marina di Camerota. Tempo libero prima della cena e pernottamento.

Tempi escursione: circa 5 ore soste comprese

Dislivelli: circa 200 metri in salita ed altrettanti in discesa. 

 

7° giorno: Cala Bianca, Cala degli Infresci e le grotte marine

Prima colazione. Partenza a piedi per escursione fino a Cala degli Infreschi, spiaggia più bella d’Italia 2014 dal sondaggio di Legambiente “La più bella sei tu”. Questa escursione prevede la visita ad uno dei tratti più selvaggi e belli della costa del parco caratterizzata da grotte che hanno visto la presenza dell’uomo preistorico e spiagge, tra cui Cala Bianca spiaggia più bella d’Italia 2013 dal sondaggio di Legambiente “La più bella sei tu”, raggiungibili solo a piedi o in barca con scorci panoramici di notevole bellezza. Rientro a Marina di Camerota in barca, con soste per visita alle grotte marine, per cena e pernottamento.

Tempi escursione: circa 6 ore pause per bagni al mare comprese. 

Dislivelli: 350mt in salita ed altrettanti in discesa.

 

8° giorno: Partenze

Prima colazione e transfert (30’) alla stazione Pisciotta/Palinuro per partenza.

 

 

 

Cosa Portare (indispensabile)

  • scarponcini da trekking
  • zaino anche di tipo scolastico poiché il bagaglio sarà trasportato dall’organizzazione
  • pronto soccorso personale
  • borraccia
  • mantellina e/o ombrello tascabile per eventuale pioggia
  • tutto l’occorrente per bagno nel Mare Tirrenno (costume ed asciugamano)
  • giacca a vento/piumino e felpa
  • phon da viaggio ogni due o tre persone
  • bicchiere, piatto e posate personali da portare nello zaino

 

 

Quota individuale di partecipazione: Euro 720,00

 

• Eventuale polizza medico-bagaglio (minimo 8 persone): € 10,00 a persona

 

La quota comprende:

vitto (colazioni, Nr 7 cene a base di prodotti tipici, vino della casa e acqua inclusi);

alloggio in hotel 3 stelle a Santa Maria di Castellabate e in villini/casette in Camping situato vicino al mare a Marina di Camerota (i villini sono composti da 2 camere con 2 o 3 posti, letti muniti di lenzuola, coperte e asciugamani, e w.c. con lavabo, water, bidet, box doccia e phon, spazio antistante coperto, aria condizionata e televisore con ricezione TivùSat);

pullman per gli spostamenti previsti nel programma;

n° 1 escursione su barcone (solo condizioni del mare permettendo);

guida Naturaliter associata all’AIGAE sempre al seguito;

 

La quota non comprende:

-ticket ingresso a Monumenti, Scavi, Musei; 

-ingresso alle grotte dell’Angelo di Pertosa (facoltativa la visita, circa 12/15,00€ a persona)

-Tasse di soggiorno dove e se eventualmente previste;

-Assicurazione dei partecipanti.

-Tutto quanto non espressamente citato alla voce “La quota comprende”.

 

Per informazioni: sul programma 347 3046799 (Andrea) info@naturaliterweb.it

Organizzazione tecnica: a cura dell’Agenzia Viaggi Naturaliter, iscritta all’elenco agenzie 

viaggi e turismo della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Rea: RC 138848 - Lic. Ag. Viaggi 

n. 07/2019. Assicurazione RCT/RCO: ALLIANZ polizza 753330562 - Polizza insolvenza: Bene 

Assicurazioni/AMI Travel Protection nr. 10014299000488

 

L’Agenzia Viaggi Naturaliter è a vostra disposizione per prenotazione di biglietteria area, 

ferroviaria e navale per raggiungere la destinazione. Inoltre, può fornire servizi aggiuntivi quali 

transfert per aeroporti ed eventuali pernottamenti/servizi aggiuntivi su richiesta. È possibile 

stipulare polizze assicurative per annullamento del viaggio, medico-bagaglio, ecc. 

(www.globy.allianz-assistance.it) 

 

Assicurazione Medico Bagaglio Globy Gruppi (€ 10,00 a persona): coperture di 

assistenza sanitaria, spese mediche, bagaglio. È destinata a gruppi composti da un minimo di 8 

persone. La polizza offre una copertura medica h24, rientro anticipato, prolungamento 

soggiorno in struttura ricettiva, rimborso spese di trasferimento al centro di pronto soccorso o 

di primo ricovero, il rimborso spese mediche e farmaceutiche su prescrizione medica, 

indennizzo smarrimento bagaglio, ecc.

 

Assicurazione Opzionale: Polizza Annullamento/Rinuncia al viaggio Allianz – Globy Giallo “all 

risk” Plus con costo pari al 5,9% del totale del viaggio. La polizza copre qualsiasi motivo 

oggettivamente documentabile (in caso di rinuncia al viaggio per malattia, sono comprese 

anche epidemie e malattie pandemiche diagnosticate come, ad esempio, il Covid-19, e 

quarantena dell’Assicurato o di un compagno di viaggio). Chi fosse interessato alla copertura 

può segnalarcelo al momento dell’iscrizione versando la quota contestualmente all’acconto