Sentieri


Via Attrezzata Montalbano

Qui le immagini di Marcello Benedetti sulla nuova ferrata Montalbano


La via Attrezzata Montalbano "Ottorino Marangoni" è stata realizzata dalla Sezione SAT di Mori nell'inverno 1975/76 ed inaugurata il 19 marzo 1976, su una parete rocciosa che sovrasta verso nord, l’abitato di Mori.

Nel 1999 è stata dedicata a Ottorino Marangoni, presidente della Sezione dal 1976 al 1998.

A lui e ad un gruppo di soci del sodalizio moriano si deve la realizzazione della Via Attrezzata.
E’ considerata tra le più difficili ed impegnative dell’arco alpino, bella per l’ambiente e suggestiva per la varietà del percorso.

Richiede un notevole impegno atletico, in quanto risale una parete verticale, talvolta strapiombante, con il minimo utilizzo di mezzi artificiali. La continuità dei tratti più difficili e l’esposizione al vuoto, ("… come sulle grandi pareti…" da: ALPI ORIENTALI - Le vie ferrate di R. Messner) le conferiscono l’attrattiva e la severità di una scalata vera e propria. Per queste ragioni essa va affrontata con una buona preparazione fisica e tecnica, usando l’attrezzatura necessaria all’arrampicata su roccia. E’ sconsigliata quando la parete è bagnata.
La via Attrezzata segue le strutture naturali della parete lungo fessure, diedri camini e cenge; il suo sviluppo è di circa 550 m e supera un dislivello di 300 m, arrivando a quota 600 m.

Accesso
Da Mori in 15 minuti si raggiunge il Santuario di Montalbano, poi, attraversando una pineta cresciuta tra caratteristici massi calcarei, si arriva alla base della via Attrezzata, quindi si arrampica per circa 2 ore.
In caso di difficoltà, dopo il primo tratto,  è possibile rientrare alla base per un breve sentiero.

Ritorno
il facile sentiero "della Golata" consente di rientrare alla base in 30 minuti.


Sentiero 651 al Rifugio Telegrafo

Lungo itinerario di notevole interesse botanico, geologico e paesaggistico, si sviluppa lungo la cresta principale del monte Baldo, passando per la Busa Brodeghera, malga Zocchi, bocca Tratto Spin, cima delle Pozzette, cima del Longino, cima Valdritta, bocchetta della Fontanella, rifugio Telegrafo - 6 ore circa.


Palestra arrampicata Indoor

Presso la Scuola Media dell’Istituto Comprensivo di Mori, in un apposito locale, è in funzione una palestra per l’arrampicata sportiva realizzata dal Comune ed affidata in gestione alla SAT di Mori, sostenitrice fin dall’inizio di questo progetto.

Essa si compone di cinque distinte pareti; si va dalla verticale alla leggermente inclinata per finire a quelle decisamente strapiombanti.

Tutte le pareti raggiungono l’altezza di cinque metri e la superficie totale è di circa 120 mq; alla base delle pareti sono collocati i materassoni.